user_mobilelogo
Redazione

Redazione

 
Tutti i pagamenti con il POS ? Qualche tempo fa si era citato l'art. 15 comma 4 del cd. “decreto sviluppo bis”( D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”, come modificato dall’ultimo decreto cd. “mille proroghe”, cfr. art. 9, comma 15-bis, D.L. 30 dicembre 2013, n. 150, convertito, con modificazioni, dalla L. 27 febbraio 2014, n. 15.), che prevede

La scala in casa è l’elemento architettonico per eccellenza antico e prestigioso, indipendentemente dalla struttura e dal materiale.

Entrambi sono un vero e proprio biglietto da visita della casa. La sua scelta deve essere oculata per sposarsi con ambienti moderni, hi tech, classici, rustici, minimalisti, ecc…

Con il legno si può realizzare

Numerose sono ancora oggi le fabbriche in Italia dismesse, contenenti parti in amianto, soprattutto per le coperture. Per provvedere alla rimozione dell'amianto, gli incentivi fiscali sono quelli dell'Ecobous 2015 e cioè fino al 31 dicembre 2015 la spesa detraibile al 50% è fino a 96.000,00 euro - diconsi 96mila euro. In pratica, il richiedente del bonus amianto riceverà

nell'arco di 10 anni, la metà dell'importo speso. Ciò avviene compilando i riquadri nel modello Unico o del 730.

Per gli incentivi per bonificare l’amianto è previsto  il D.Lvo n. 83 del 22 giugno 2012 integrata e modificata con la Legge n. 190 del 23 dicembre 2014 cosiddetta Legge di stabilità 2015.

Chi vuole rimuovere il tetto in eternit, pubblico o privato, si affidava dapprima al bonus amianto, convertito poi in bonus fotovoltaico incrementato, appunto,  per chi decideva di sostituire il tetto in eternit con un tetto fotovoltaico.

La rimozione di amianto entro il 31 dicembre 2015 avrà diritto a uno sgravio fiscale pari al 50% dell'importo di spesa sostenuto. Dal 1 gennaio 2016 e quindi a breve, chi sosterrà questo intervento edilizio potrà avvalersi del bonus per la bonifica dell’amianto ridotto al 36 per cento e fino a 48mila euro. Proprio così: agevolazione ridotta sia nell'importo e sia sulla percentuale di sgravi fiscali.

Si riassumono i diversi tipi di intervento previsti e soggetti agli incentivi ecobonus: 

  • ristrutturazioni, 
  • manutenzioni,
  • riqualificazioni,
  • restauro,
  • risanamento conservativo,
  • opere di messa in sicurezza ed atte a prevenire infortuni,
  • installazioni di pannelli fotovoltaici,
  • impianti eolici.

Per la manutenzione della caffettiera stiamo attenti al massimo al cambio della guarnizione e del filtro, venduto in kit predisposti in base alla grandezza della macchinetta e cioè una tazza, due tazze, tre tazze, sei tazze, ecc... 

Nel tempo, la diversa granulometria del caffè macinato, comporta l'otturazione del filtro in

 

La legge di Stabilità 2016 approvata dal Governo il 15 ottobre 2015 introduce anche il nuovo regime forfettario, che diventa sempre più simile al regime dei minimi. Quali sono i requisiti per poter accedere al nuovo regime fiscale?

Accade a Napoli e nel Centro Storico, dove i cittadini residenti, insieme ai commercianti, già in passato si sono lamentati per la ZTL che di fatto, con le telecamere manomesse, non è disciplinata telematicamente nè in altro modo. Stamane, è pervenuta in redazione la lamentela di un cittadino, che in modo molto semplice, espone le sue perplessità in merito allo sviluppo delle più comuni malattie infettive. Di seguito la comunicazione:

Se cerchi prodotti chimici piscina, oppure il tuo giardino ha spazio per la realizzazione e la costruzione di una piscina, allora pazienta ancora un poco per correre alla Fiera di Bologna per l'edizione di Forum Piscine!

Compra casa qui! Tassi scontati ed esclusivi! Comprare o vendere casa? E' il momento giusto! Costruire casa insieme? Oggi si può!

Sono solo alcune delle frasi spot che leggiamo in giro per le città ed effettivamente, anche l'ultimo trimestre dell'anno 2015 si conferma

Piano di Cottura e Cappa: Manutenzione e Sicurezza

Per i consigli per la sicurezza in casa e per gli impianti, oltre allo scaldabagno ed alla caldaia, soffermiamoci sul piano di cottura e sulla cappa.

Anche per il piano cottura bisogna rivolgersi al tecnico specializzato poichè il montaggio è soggetto al rilascio della Dichiarazione di Conformità.

Tutti i piani di cottura ad oggi, hanno la termocoppia che è un dispositivo di sicurezza che interrompe l'erogazione del gas in caso di spegnimento accidentale della fiamma. Un tipico spegnimento accidentale e che potete provare da soli, è quando vi è fuoriuscita di acqua bollente dalle pentole che inonda il fornello sottostante spegnendo la fiamma.

Il tubo di collegamento del gas al rubinetto generale, un tempo si sostituiva ogni 5 anni, mentre attualmente è previsto in base alla vigente normativa, un tubo omologato di sicurezza che non va più sostituito.

Sempre in passato, coloro che avevano il tubo di collegamento del gas in rame oppure in acciaio, non dovevano sostituirlo. E' tipico infatti, nei palazzi storici in centro città, che le montanti del gas siano state progettate da un lato completamente opposto alle cucine. Pertanto nel vano scala e nell'androne del palazzo, è possibile scorgere a vista il passaggio dei tubi del gas. Per essi basta una semplice approvazione condominiale in quanto, attraverso la documentazione richiesta, nulla osta per la compagnia erogatrice del servizio gas.

Per i rubinetti del gas ogni apparecchio erogatore deve averne uno oltre al rubinetto generale.

Ricordiamo che la cappa può essere di tipo filtrante e di tipo aspirante. Consigliamo solo e sempre la cappa di tipo aspirante per l'eliminazione totale di fumi e odori a mezzo del condotto di scarico

Mercoledì, 28 Ottobre 2015 14:38

Lotta al Tumore: Per non Morire d'Ignoranza

 

Combattere e prevenire il tumore? Tutto posso in Colui che mi da la forza! Oggi l'informazione è alla portata di tutti. Fino ad un decennio fa, quanto affermato nella pubblicazione da un famosissimo dottore, tali notizie, non erano alla portata di tutti. E proprio in questi giorni, con notevolissimo ritardo

Pagina 6 di 16