Lunedì, 13 Aprile 2015 13:53

La Scala a più Riprese: il Pianerottolo di Riposo

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Da sempre la scala interna è l'elemento architettonico e di arredamento per eccellenza e pertanto, per la progettazione si è sempre più attenti nella scelta del

materiale ed all'abbinamento dei colori da porre in contrasto al pavimento, al muro, al divano, ai mobili ed anche al termoarredo.

In un arredamento moderno come in un loft, l'ambiente aperto si presta per la scelta di una scala leggera ed autoportante. Quando il dislivello da asservire è superiore ai 2,20 ml,  è sempre consigliabile progettare una scala a più riprese con pianerottolo di riposo.

Il pianerottolo di riposo è esso stesso un gradino o pedata di dimensioni maggiori rispetto a quelli adiacenti in salita od in discesa e prevede pertanto, una superficie maggiore, proprio per consentire maggiore comodità quando si sale. Il pianerottolo di riposo è da sempre progettato e quindi pensato anche per evitare l'insorgenza delle vertigini quando la scala è in pendenza e girevole. In altre parole, in una scala configurata come descritta, si progetta il pianerottolo di riposo proprio per consentire una sosta prima di riprendere la salita con cambio di direzione.

Il pianerottolo di riposo per definizione è inteso anche come gradino o pedata di interruzione della salita.

E' illustrato un loft con pavimento in parquet chiaro e scala modulare in acciaio inox in tinta grigia e di richiamo ai divani.

 

Letto 1407 volte Ultima modifica il Lunedì, 13 Aprile 2015 14:51
Devi effettuare il login per inviare commenti