user_mobilelogo
Lunedì, 23 Giugno 2014 11:44

Preventivo Obbligatorio per Lavori in Casa: Nuovo Codice del Consumo D.Lgs. 21/2014

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Preventivo Obbligatorio per Lavori in Casa: Nuovo Codice del Consumo D.Lgs. 21/2014

Con il Nuovo Codice del Consumo il preventivo per i lavori in casa diviene obbligatorio ed è quanto sancito dal Decreto Legislativo 21 febbraio 2014 n° 21 entrato in vigore il 13 giugno 2014. Viene recepita in appieno la Direttiva 2011/83/UE sui diritti dei consumatori.

E' fondamentale conoscere i propri diritti e pertanto è prezioso il lavoro svolto dall'ADUC Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori. Il cambiamento interessa tutte le figure coinvolte nell'edilizia: dal cliente al progettista nonchè il direttore dei lavori.

I punti salienti sono i seguenti:

  • il bene acquistato, in caso di recesso, deve essere restituito entro lo stesso termine e deve essere in " normale stato di conservazione " ;
  • in caso di recesso anticipato, il rimborso delle somme eventualmente pagate deve avvenire entro 14 giorni;
  • passa da 10 giorni lavorativi a 14 giorni solari, il termine per recedere da contratti stipulati a distanza o fuori dai locali commerciali dei venditori; 
  • se viene meno l'obbligo da parte del venditore  di fornire informativa dettagliata sul diritto di recesso, il termine per esercitare il recesso è pari ad un anno a partire dallo scadere dei 14 giorni; 
  • vengono fatti rientrare tra i contratti sottoscritti fuori dai locali commerciali del venditore anche quelli sottoscritti nei suddetti locali ma DOPO che il consumatore è stato avvicinato personalmente in altro luogo e poi lì condotto;
  • per il contratto stipulato telefonicamente, il consumatore è vincolato solo dopo aver firmato l'inoltro dello stesso inviato a mezzo posta;
  • vige il termine di consegna di 30 giorni se sul contratto non è specificato un termine diverso per tutti i contratti di acquisto di beni;
  • se non viene rispettato il termine di consegna, contrattuale o di legge, può scattare la risoluzione del contratto dopo aver intimato la consegna entro un termine " supplementare ";
  • come sempre, se il trasporto del bene è a cura del venditore, sul consumatore non graverà alcun rischio di perdita o danneggiamento dello stesso bene, fino all'istante in cui non ne diviene il possessore.

Il Direttore dei Lavori, ma anche il Progettista in generale che assiste il cliente per tutta la fase dei lavori in casa, può essere di maggior supporto nella fase contrattuale - ragguagliando il cliente sui diritti su indicati - per l'acquisto di pavimenti, rivestimenti, pezzi igienici, corpi radianti, ecc... in quanto i ritardi sulla consegna dei materiali si ripercuotono ovviamente sui tempi di consegna previsti per la chiusura dei lavori edili.

Letto 4821 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Luglio 2014 17:04
Devi effettuare il login per inviare commenti