default_mobilelogo

Consenso Cookie

Lunedì, 10 Settembre 2018 09:29

Restauro Porte in Mdf: Come Sgrossare i Rigonfiamenti ai Lati della Base

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)

Illustreremo una soluzione semplice per il restauro delle porte in Mdf per sgrossare i rigonfiamenti ai lati della base. Nel lungo periodo di tempo, si rivela un grande difetto del materiale Mdf. Ma attenzione! Il difetto è equivalente a

quello del legno! Come accadeva per gli infissi in legno, il contatto con le acque meteoriche (pioggie), nel lungo periodo di tempo, ingrossava o riduceva le fibre di legno. Nel caso dei serramenti in legno dei balconi o delle finestre, essi non consentivano più una corretta chiusura, e pertanto, era necessario l'intervento del falegname. Il contatto dell'acqua sulle porte in MDF invece, crea solo il rigonfiamento alla base. La causa è il lavaggio dei pavimenti con scope e tessuti in microfibra che si accostano accidentalmente alle porte, con colpi che pian piano scostano gli strati di tinteggiatura laccata, lasciando a vista il materiale Mdf che ingrossa sempre di più. I materiali occorrenti per il restauro delle porte in Mdf sono:

  • Carta abrasiva di tipo fine ma resistente;

  • Supporto gommato per carta abrasiva;

  • Cutter con lama grande professionale (taglierino);

  • Forbici;

  • Stucco per legno;

  • Metro;

  • Cornice a piacere.

Carta abrasiva di tipo fine ma resistente;  Supporto gommato per carta abrasiva;  Cutter con lama grande professionale (taglierino);  Forbici;  Stucco per legno;  Metro;  Cornice a piacere.

Nell'immagine è fornita la cornice laccata bianca, presente in commercio già rifinita da un lato. L'inserimento della cornice alla porta, su ambo i lati, è una soluzione consigliata per un intervento risolutivo e definitivo.

Le operazioni fai da te per il restauro delle porte in Mdf consistono in:

1) Smontaggio della porta (occorrono 2 persone), sollevandole delicatamente presso le cerniere, in genere sono 3. Se la porta è ostinata al movimento verso l'alto, si consiglia di spruzzare olio a spray sulle cerniere per sbloccarle. Inoltre, aiutarsi per il sollevamento della porta con un grosso giravate appoggiato sul pavimento come una leva, in corrispondenza delle cerniere, e schiacciarlo con il piede contemporaneamente al sollevamento. Vedrete che in questo modo la porta si solleva in pochi secondi ed agevolmente.

2) Dopo aver posizionato la porta su una superficie di lavoro piana, come ad esempio il tavolo della cucina, per sgrossare lo spanciamento della zona di Mdf alla base, con il cutter taglierete tutto il rigonfiamento con un semplice movimento della lama, fino a quando non si ottiene un allineamento di superficie tra la zona in buono stato e la zona sgrossata. 

     


3) Carteggiare la superficie grezza rimossa per un ulteriore allineamento delle zone come predetto. Avrete notato che, durante il taglio, il materiale Mdf caduto sul pavimento, sembra come una spugna. Ecco il motivo del suo rigonfiamento a contatto con l'acqua.

4) Procedere alla stuccatura. Tale operazione, necessaria per la successiva fase della tinteggiatura dell'intera porta, consente anche l'irrigidimento degli strati di Mdf, molto utile per l'incollaggio delle cornici.

5) Carteggiatura. Lo stucco fornito per piccole lavorazioni domestiche, è di rapida presa e pertanto dopo circa 10 minuti, è già possibile carteggiare le zone di intervento per l'allineamento di superficie tra le parti. Per l'altro lato della porta, girarla sul tavolo e procedere analogamente ripetendo gli interventi dal punto 2 al punto 5.

6) Prima dell'incollaggio delle cornici, si è preferito procedere al rimontaggio della porta. Il motivo della scelta è duplice:

- la lunghezza delle cornici non è uguale da ambo i lati della porta, infatti le mostrine presentano i denti a destra e a sinistra e pertanto la base della porta, da un lato risulterà più corta rispetto all'altro lato;

- nel posizionare la porta sul pavimento, può accadere che l'eccessivo peso, comporti l'appoggio della base non in modo uniforme e ciò protebbe danneggiare la cornice negli spigoli. A porta chiusa, prendere le misure in basso da ambo i lati per tagliare le cornici con un seghetto. Utilizzare una colla professionale Pattex a rapido fissaggio per l'incollaggio delle parti.

    

Prima                                                                                    Dopo

Tempi di esecuzione per il restauro delle porte in Mdf

Meno di un'ora a porta. Per un,abitazione di 100 mq con n. 5 porte in media, si procede al restauro, escluso tinteggiatura, in circa 4 o 5 ore. Il lavoro illustrato ultimato è privo della tinteggiatura delle porte che sarà effettuato in seguito.

 

Letto 1356 volte Ultima modifica il Mercoledì, 21 Novembre 2018 14:33
Devi effettuare il login per inviare commenti