Venerdì, 12 Dicembre 2014 09:06

Come Sopravvivere ai Lavori in Casa: Lamentele in Condominio

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)

Come Sopravvivere ai Lavori in Casa: Lamentele in Condominio

Sono innumerevoli le lettere pervenute in redazione contenenti lamentele condominiali per i rumorosi lavori in casa.

I quesiti sono i più svariati:

limiti di utilizzo del martello pneumatico, azioni per contrastare le polveri, prolunghe che attraversano il vano scala per la fornitura di energia elettrica, scivolo rumoroso dei materiali di risulta e quant'altro.

Nell'assicurare che viene letto tutto ciò che perviene, proviamo con il seguente articolo, di far luce su alcuni aspetti ed invitiamo alla prevalenza del buon senso per una pacifica convivenza in condominio.

Esso è come una grande famiglia e pertanto bisogna aver rispetto a prescindere dalle regole condominiali che potete ricercare nel web oppure chiederle al vostro amministratore.

Per il martello pneumatico o più in generale il cosiddetto martelletto, esso viene impiegato per una rapida rimozione dei rivestimenti e dei pavimenti. Non vi sono norme che limitano l'utilizzo dello stesso ma bisogna aver premura di ricordare all'impresa di non impiegarlo negli orari di riposo pomeridiano: dalle 14.00 alle 16.00 in generale.

Le polveri, generate appunto dalle attività di demolizione, vengono contrastate bagnando con acqua le macerie. Più saranno bagnate e più le polveri saranno bloccate durante la rimozione per il passaggio da un ambiente all'altro della casa con la carriola oppure per essere immesse nello scivolo, se i lavori in casa sono ai piani superiori e non al piano di campagna.

In merito allo scivolo rumoroso, ricordiamo che quello previsto a norma deve contenere catenelle di acciaio. La caduta libera dei detriti sul camion per il trasporto a rifiuto genera un grosso e prolungato boato a fine corsa cioè nel cassonetto del camion stesso. Molte imprese adottano grossi pannelli di polistirolo alti anche 10 cm di spessore. Esso viene inserito e risvoltato anche ai lati. In tal modo si è creato un ammortizzatore atto a contenere ed ovattare il contatto delle macerie con la base di acciaio del camion. Il rumore più forte che può disturbare è solo quello iniziale in quanto l'accumularsi ed il formarsi di dossi, rallenta e diminuisce ulteriormente l'impatto.

Per quanto concerne l'utilizzo della prolunga che attraversa il vano scala, si spera che sia solo per un giorno al massimo ed in ogni caso si invita l'impresa ad una partecipazione della bolletta per l'erogazione dell'energia elettrica. Ciò può accadere quando l'impresa ha necessità di iniziare i lavori e le utenze per l'apertura cantiere non sono ancora state espletate per ritardi non imputabili all'impresa esecutrice.

Nell'illustrazione suindicata, invitiamo il lettore ad appurare il grande monitor TV installato a scomparsa nel soffitto.

Letto 2192 volte Ultima modifica il Sabato, 13 Dicembre 2014 08:56
Devi effettuare il login per inviare commenti